E poi….


E poi, ci sono quei giorni in cui la tristezza ti assale e la solitudine ti sembra un abisso dal quale risalire è impossibile.

Ti manca  qualcosa, quel qualcosa che dentro di te sai che non arrivera’, e nonostante tutto non smetti di aspettare.

Vivi di inerzia e cerchi di non fermarti a pensare….

La mente pero’ non si ferma, e torna  sempre ad un  giorno molto lontano in cui  la tua vita è cambiata e da allora niente è piu’ lo stesso, nemmeno tu.

 

Mi manchi ….troppo.

E faccio castelli di carte che il vento butta giu’, ti cerco , ma tu non ci sei piu’.

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | 8 commenti

Parlando di cose serie

 

 

Ci sono volte che davvero mi interrogo sul senso della vita, su come gli eventi possano determinare delle convinzioni e sconvolgerne delle altre.

 

Io sono una di quelle capoccione che pensa sempre…che pensa troppo! DECISAMENTE TROPPO!

Eppure sono convinta di avere una mia linea di condotta sulla quale bene o male ho cercato di impostare la mia esistenza e quella dei miei figli.

Mi rendo conto oggi, sulla soglia dei 40 (quando in genere si tende a fare un bilancio) che molte delle mia convinzioni, molte delle cose su cui ho basato la mia vita sono errate. Quantomeno non sono importanti come pensavo. Questo non lo asserisco io, ma gli eventi della vita.

Devo dire che sono sempre stata contraria al matrimonio( anche se l’ho provato).. sono una che vede la vita e la religione a modo proprio,una che parla sempre in faccia e se non puo’ piuttosto tace. Una che crede ancora e nonostante tutto che i buoni sentimenti esistono davvero, anche se non mi lascio piu’ condizionare da loro.

C’è una cosa che mi ha sempre condizionato nelle scelte. Piu che una cosa è una linea di condotta che ha il nome di coerenza. Vi diro’ che ancora mi stupisco nel vedere che intorno a me la gente dica e smentisca sistematicamente di tutto e di piu’.

A me se qualcuno sta sulle scatole lo evito e spero che se le cosa è reciproca l’altro faccia lo stesso con me.


Invece poi accade che:

Nessuno giudica, ma poi tutti puntano il dito, nessuno spettegola, ma poi tutti sanno i fatti degli altri, nessuno vuole imporsi, ma sistematicamente gli altri sono dei deficenti senza spina dorsale.Si ascoltano conversazioni che  si commentano animatamente, di cui viene riportato solo quello che fa comodo….. semmai si cambia il vero senso delle parole altrui omettendo e modificando le proprie.

Non fraintendetemi, sono dell’idea che si possa cambiare opinone talvolta, cio’ non toglie che ci sia un limite oltre cui si diventa dei voltagabbana, falsi e meschini, per non dire altro.

Comunque non mi stupisce nemmeno questo ..ormai la superficialita’ la fa da padrona, non si apre un notiziario senza ascoltare l’ennesima bravata commessa da  ragazzini che non ne considerano  le conseguenze ….trovo tutto questo estremante brutto .

 Se dovessi fare un bilancio cosi su due piedi, direi che sono stata presa nei gorghi delle superficialita’ anche io. Ormai se mi relaziono con le persone sorrido fintamente e non ascolto nemmeno cio’ che hanno da dirmi ..so che sono menzogne che durano il tempo della breve chicchierata che si sta consumando. So che nel momento in cui mi voltero’ verra’ tutto stravolto e rigirato a mio discapito.

La cosa che piu’  mi scoccia e mi delude pero'( da questo nasce questo sfogo) è che se tutto cio’ ti viene da una persona che credevi amica…amica vera, la quale mette in piazza i fatti tuoi senza mezze misure e ci marcia  sopra alla grande, ti fermi a riflettere sul serio.

La cosa fa molto male e lascia un senso di delusione davvero profondo.

E’ il caso di dire che si è soli con se stessi.

…….ormai non ci sono piu’ appigli.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

Puntualizziamo !

E’ talmente tanto che non scrivo che non so nemmeno se son piu’ capace!

(ammesso che lo fossi mai stata)

 

Il nuovo anno mi ha davvero portato un sacco di novità.

Io che ho sempre sperato nelle svolte, quella che ha sempre recriminato, che si è sempre

guardata come una rinunciataria ha deciso di mettere un grosso punto e ricominciare.

Mi sono ripresa in mano la mia esistenza e con molto dolore e sofferenza mi sono imposta

una risolutezza che mai avrei pensato di avere.

Di chi è il merito di tutto questo, vi chiderete voi?!

Io lo attribuirei ad una cattiva gestione sentimentale emotiva e relazionale che ha caratterizzato la mia vita

che mi ha logorato fino a portarmi a raschiarne il fondo.

…..poi ovviamente ci sono sempre i fattori scatenanti, e io posso dire di aver incassato

perecchi colpi verso la fine del 2012, tanti, ma davvero tanti.

Li, ti rendi conto che hai bisogno di quella svolta e che se non ci metti del tuo, avoja …..

Mi piace rifarmi  ad una frase di un autore che dice piu’ o meno cosi:

In genere il destino si apposta dietro l’angolo, come un borsaiolo, una prostituta o un venditore di biglietti della lotteria, le sue incarnazioni più frequenti. Ma non fa mai visite a domicilio. Bisogna andare a cercarlo.

                             

    Io mi sono limitata a fare proprio cosi!

Faccio un lavoro che mi piace, e altre tremila cose per cui la sera sono stracotta, ma sono felice e sto bene, sono felicemente sola e questo è meravigliso!

La mia priorita’ sono io …..si, adesso sono forte come ho sempre desiderato di essere.

Perfetta no, ma un po’ piu’ cinica, stronza ed egoista si!

 

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/destino/frase-95476?f=w:218>

Pubblicato in Senza categoria | 7 commenti

…pensieri senza senso

Tanto tempo fa, un po’ per gioco un po’ per noia un po’ per curiosità decisi di aprire un Blog.

Vivevo un periodo particolare della mia vita e mi sentivo prigioniera delle mie stesse emozioni.Pensai quindi, che nascosta dietro l’anonimanto di un nick avrei potuto aprire la mia anima e condividere emozioni. Se ci pensate è cosi, sembra che sia piu’ facile confidarsi con un estraneo. Forse perche’ non conoscendoci non temiamo che possa giudicarci.

Oggi dopo diversi anni, un po’ di  delusioni, qualche rimpianto e svariati errori di valutazione sono giunta alla conclusione che tutto questo sia stato salutare per la mia crescita personale, e sopratutto mi abbia insegnato un bel po’ di cose.

Commettero’ altri errori, e forse lo sto già facendo  nel lasciar  scorrere cosi i  miei pensieri, ma anche questo fa parte del gioco.

Ho sempre amato i post “no sens”, quelli che scrivi senza pensare troppo, quelli che se rileggi poi inevitabilmente cancelli, quelli in cui sei veramente te stesso senza maschere e senza difese, quelli che a distanza di tempo  ti fanno veramente capire qualcosa in piu’ su te stesso.

Spero di continuare a comprendermi e sopratutto ad amarmi di piu’ anche grazie all’aiuto prezioso di chi continua a leggere le mie farneticazioni.

 

a presto

 

 

 

 

P:S: Mi dispiace di essere assente e ringrazio quelli che cmq passano e lasciano un saluto e un commento.Ho iniziato un nuovo progetto, qualcosa che non credevo mi avrebbe assorbito cosi tanto, ma spero di trovare sempre un attimo per passare a leggere, e sopratutto a scrivere di me.

Pubblicato in Senza categoria | 14 commenti

Piove

Mi capita raramente di non aver nulla da dire,

ma accade.

Accade che io non abbia niente da dire

niente da comunicare,

con le emozioni in fase di stallo.

 

Forse sono troppo presa a programmare il futuro prossimo….

E come ben si sa, mente e cuore non vanno di pari passo, le mie poi fanno sempre a pugni,

per cui meglio usarne una per volta.

 

 

Forse avrei delle  cose da dire, ma per adesso non mi va.

Preferisco guardare la pioggia e restare in silenzio a programmare.

Occupando la mente per non pensare.

 

a presto

Pubblicato in Senza categoria | 18 commenti

Buone Vacanze

 

Molte volte ho pensato di non meritare quello che mi accade, troppe volte ho lasciato che accadesse, altre ho cercato di evitarlo, ma è accaduto cmq . Forse è vero, esistono persone destinate a vivere vite “segnate”….quel sentirsi sempre inadeguati e fuori posto ovunque e perennemente(forse frutto di un disagio reale o irrazionale che nessuno capisce e di cui nessuno realmente si cura)con gli eventi che puntualmente avvalorano questo disagio e l’errata convinzione che cio’ che ci accade ce lo siamo meritato. Un po’ come essere chiamati ad  interpretare un ruolo comico in un film drammatico…puoi ridere e scherzare  quanto ti pare, la trama non cambia, non puo’ cambiare, e il finale resta sempre  triste e doloroso.

Si dice sempre che essere se stessi ed essere sinceri  paga…..io sono ancora al verde,ma non penso di dover cambiare per questo, anche volendo non potrei.

Mi resta la convinzione che chi agisce senza secondi fini e non si nasconde dietro le menzogne ha già vinto….il resto ormai non mi interessa piu’.

Che forse forse sono sulla strada giusta per trovare la pace interiore?!Mah!

 

 

Detto questo, chiudo dicendo che c’è un tempo per ogni cosa , adesso è tempo di andare al mare e dedicarsi a cio’ che realmente conta .

 

Buone vacanze

                                                    

Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

Si puo’ cavar sangue da una rapa ?

 

Noi donne amiamo le cause perse, specie quelle perse in partenza,

e quando gli altri provano a dissuaderci mettondoci davanti la realta’

ci barrichiamo dietro la presunzione che per noi tutto sara’ diverso,

tutto sara’ possibile .

Ci buttiamo a capofitto nelle cose

  con la consapevolezza di poter riuscire dove altri hanno fallito,

perche’ ci riteniamo  piu’ capaci,

diverse.

“Agiamo spinte da sentimenti sinceri e  disinteressati!”

(questo è il nostro slogan preferito)

 La verita’ è

che non si puo’ cavar sangue da una rapa,

nemmeno il piu’ puro dei sentimenti,

ne le sane intenzioni possono.

L’unica cosa da fare e aprire gli occhi subito

e vedere cio’ che gli  altri ci avevano già fatto notare

e smetterla di ostinarsi nel ruolo delle crocerossine.

L’esperienza dovrebbe insegnare molto, eppure …….

Il piu’ delle volte le cose non sono come sembrano, sono peggio.

 

Pubblicato in Senza categoria | 10 commenti

Teniamoci sul vago.

 

Spesso capita di affannarsi per cercare di dare un nome alle cose, alle situazioni.

Si cerca un nome e un perche’, in certi casi spasmodicamente.

Fatica inutile.

Ci sono cose che non hanno ne un nome ne un perche’,

sono, e basta.

 Vivono di vita propria

e sopratutto sono senza tempo

non hanno ne un inizio ne una fine…..

Forse il bello sta proprio li.

O forse è piu’ facile tenersi sul vago ?!

 

 

Non me lo so spiegare, ma tutto sommato va bene cosi!

Pubblicato in Senza categoria | 19 commenti

Frammenti vagabondi

 

 

 

Due persone possono andare d’accordissimo, parlare di tutto ed essere vicine.
Ma le loro anime sono come fiori, ciascuno ha la sua radice in un determinato posto
e nessuno può avvicinarsi troppo all’altro senza abbandonare la sua radice,
cosa peraltro impossibile. I fiori effondano il loro profumo e spargono il loro seme
perché vorrebbero avvicinarsi, ma il fiore non può fare niente
perché il seme giunga nel posto giusto;
tocca al vento che va e viene come vuole.

~ Herman Hesse – Knulp, storie di un vagabondo ~



Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

Chissa’ se

Chissà se capita solo a me di andare i confusione nel gioco dei ruoli.

Nella vita di ognuno di noi ci sono dei ruoli stabiliti (piu’ o meno), siamo figlie, sorelle,nipoti, mogli madri, amanti compagne, amiche …ecc ecc.

Qualche volta al mattino non ci si sveglia ben connessi e si rischia di sbagliare ruolo, allora son dolori.

Si perche’ non sempre ci è concesso di avere troppo margine di errore. A me capita ultimamente che al mattino mi rifiuto di  immedesimarmi nel ruolo previsto allora provo ad improvvisare: “diciamocelo, non sempre ci riesco!”…. e piu’ che una commedia ne vien fuori un mezzo dramma.  Tutto sommato, credo che vada bene anche quello, si deve imparare ad accettare un po’ tutto cosi come viene, per cui non serve a molto lamentarsi, determinate  cose qualcuno deve pur farle, tanto vale farle con il sorriso.

Questa è una della cose di me che non cambierei mai e che fortunatamente  non ha un ruolo. Mi riferisco a quella parte che trova sempre il buono delle cose e cerca sempre di riderci su anche quando da ridere proprio non c’è.

Mi sto chiedendo adesso se  la confusione dei ruoli deriva dalla vecchiaia , dalla stanchezza o dall’arteriosclerosi.

L’unica cosa certa è che in tutte e tre le ipotesi c’è un’unica componente…quella dell’avanzare dell’eta’.

Adesso voglio vedere in questa bella certezza, cosa ci trovero’ da ridere!

 

Pubblicato in Senza categoria | 16 commenti